Siviglia, perla dell’Andalusia

Situata nel Sud della Spagna, Siviglia è il centro economico, finanziario, artistico e culturale dell’Andalusia. Considerando la sua intera area metropolitana, essa conta più di un milione e mezzo di abitanti, che la portano ad essere la quarta città più popolosa del paese.

Questa città vanta una storia antichissima, le cui tracce possono essere facilmente rinvenute attraverso una semplice passeggiata per le vie del centro storico. Siviglia si vide occupata da cartaginesi agli arabi, passando per i romani e “riconquistata” dai cristiani a metà del 1200.

Questa eredità straordinaria ha forgiato il patrimonio culturale ed architettonico della città. A partire dalla scoperta dell’America, fino alla grande Esposizione Universale del 1992, Siviglia è stata oggetto di grandi cambiamenti, soprattutto dal punto di vista urbanistico

Programmare un viaggio a Siviglia

Se state pianificando un viaggio a Siviglia, non potete perdervi:

La Cattedrale di Siviglia è la più grande della Spagna e la terza tra tutte le cattedrali cristiane dopo San Pietro a Roma e la Saint Paul Cathedral a Londra. Essa rispecchia l’ambizione della Chiesa di Roma, che la fece progettare affinché diventare una delle sue “perle”. Completamente circondata da gradinate, la Cattedrale colpisce per la sua imponenza e grandiosità. All’interno di essa potrete ammirare mausoleo di Cristoforo Colombo, uno dei più noti esploratori di tutti i tempi.

Questo spettacolare monumento è la terza cattedrale gotica nel mondo in grandezza e sovrasta il centro storico di Siviglia con la sua torre Giralda.

Lasciatevi rapire dalla bellezza del panorama e non mancate di visitare altri meravigliosi monumenti, quali l’archivio delle Indie, I Reales Alcázares e il barrio più arabo di tutti quanti, il quartiere di Santa Cruz.

Ed è proprio la dominazione araba quella che forse ha lasciato maggiori tracce nel sud della Spagna: molte cittadine e borghi andalusi sono antichissimi e circondati da mura arabe; molti di essi sono a pochissima distanza in auto da Siviglia e vale la pena visitarli.

La Giralda, torre della Cattedrale è patrimonio Unesco, e insieme simbolo di Siviglia.

Piazza di Spagna, attrazione di bellezza considerevole, la Plaza de España è divenuta famosa in tutto il mondo perché scenario del secondo episodio della saga Guerre Stellari (La Guerra dei cloni). Nel film, la Piazza di Spagna di Siviglia è un palazzo del pianeta Naboo; famosa la scena in cui Anakin Skywalker (Hayden Christensen), e Padmé Amidala (Natalie Portman) passeggiano sotto i portici, in compagnia di R2-D2.

Il clima ottimo di Siviglia permette di sfruttare al massimo le aree verdi della città, la storica Piazza di Spagna si trova in un immenso parco, il Parco di Santa Maria: l’insieme architettonico è stato realizzato dall’architetto Aníbal González. In aggiunta a questa opera maestosa, molti padiglioni si conservano ancora in perfetto stato grazie all’Esposizione Universale del 1929. Per chi apprezza questo genere di cose, è altamente consigliata una visita al Museo Archeologico e al Museo di Arte e Costumi Popolari.

L’Alcázar di Siviglia, famosa fortezza composta da varie sezioni, la più famosa di esse ospita i Los Baños de Doña María de Padilla, vasche di di raccolta di acqua piovana situate sotto il Patio del Crucero. È altamente consigliato visitare quest’attrazione per godere dei favolosi riflessi e giochi di luce che l’architettura dei “bagni” propone.

Il quartiere di Santa Cruz, considerato il vero centro artistico della città. Passeggiando per le sue vie, si potrà percepire il genio dei molti artisti che vi hanno vissuto e che, ancora adesso, risiedono nelle tipiche case color bianco e ocra. Esso rappresenta, probabilmente, il quartiere più caratteristico dell’intera città.

Partendo da Siviglia in auto è poi possibile visitare il resto del sud della Spagna, a partire dalla bellissima Tarifa Spagna.

L’odore delle arance e un’ospitalità unica al mondo vi daranno il benvenuto a Siviglia, luogo autentico e pieno di passione. È una città romantica, barocca e aggraziata; frizzante e piena di vita, non delude il viaggiatore più esigente. Carismatica e piena di luoghi in cui perdersi, Siviglia unisce l’arte all’atmosfera e sorprende il visitatore con le sue mille facce.

Nel quartiere più solare, Triana, il flamenco si unisce alle deliziose tapas e ai boccali di birra fresca.

Potrete visitare Siviglia in qualsiasi momento dell’anno, ma agosto è veramente arduo a causa delle elevate temperature.

Durante la primavera, la città si veste di brio: durante la Settimana Santa, una quantità innumerevole di persone si riversa per le strade e viuzze tortuose ad ammirare le processioni e i balconi si colorano di fiori e decorazioni.

Questo periodo è un momento sacro, un atto di fede insostituibile per alcuni; molti altri invece apprezzano l’atmosfera di festa, i colori e la musica, che fanno di questa occasione un’esperienza unica.

Al contrario della Settimana Santa, è l’allegria spensierata e il puro piacere che regnano durante la settimana dedicata alla Fiera di Aprile di Siviglia.

Dal momento in cui si accendono i lampioni e le lampade alla mezzanotte del lunedì, fino a quando vengono spenti alla mezzanotte della domenica seguente, visitatori e locali approfittano di ogni singolo minuto di questa celebrazione estiva.

Lo spettacolo è assicurato: la sfilata, che comprende donne vestite da ballerine di flamenco e uomini a cavallo con indosso vestiti tradizionali, anima di vita un’area vastissima a sud della città, inerte negli altri periodi dell’anno.

La popolazione e le imprese costruiscono una sorta di “cittadina temporanea”, fatta di piccole casette di legno e teloni coloratissimi, che verranno rimosse una volta che la festa sarà finita.

La festa si conclude la domenica a mezzanotte con una grande esibizione di fuochi d’artificio.

Il fiume Guadalquivir ha modellato le vallate verdi dell’Andalusia, in cui gli uliveti e gli agrumeti fanno da padrone.